• Chiara Ricchiuto

Mashrou' Leila: la voce scomoda del Libano

I Mashrou’ Leila (مشروع ليلى) sono un gruppo musicale libanese nato nel 2008 a Beirut.

I membri del complesso, che ha avuto diverse evoluzioni nella sua formazione, si sono conosciuti in contesto universitario, nell’Università Americana di Beirut. Attualmente i membri ufficiali della band sono quattro: Hamed Sinnoh, Haig Papazian, Carl Gerges e Firas Abou Fakher.

Foto di Middle East Now


La band si contraddistingue per il suo sound quasi onirico che si lega al genere pop delle canzoni, inserendoli all’interno della scena alternativa libanese. Le canzoni sono scritte e cantate in libanese, e i testi trattano di temi strettamente legati alla critica politica del Paese, specialmente nel primo album rilasciato nel 2010 e che porta il nome della band, ma anche del rapporto tra la religione e la vita quotidiana in Libano, denuncia sociale e di tematiche legate alla comunità LGBT+ della quale la band si rende, inevitabilmente, portavoce. Proprio a causa dei loro testi e specialmente della personalità del frontman Hamed Sinnoh, in diverse occasioni il complesso si è visto negata la possibilità di esibirsi in alcuni Paesi. Tra questi, la Giordania, l’Egitto e il Libano stesso: molti dei membri del complesso hanno abbandonato il Paese nativo per trasferirsi altrove. La politicizzazione dei testi e l’attivismo da essi svolto concede rilevanza alla band da un punto di vista sociale oltre che musicale, caratterizzandosi come una rarità nella scena musicale libanese.

Il gruppo si distingue dunque non solamente per le sue sonorità, caratterizzate anche dagli strumenti messi in gioco nel complesso: oltre all’abilità vocale e canora di Hamed Sinnoh, sono determinanti nel sound il violino, suonato da Haig Papazian, la chitarra e tastiere di Firas Abou Fakher e la batteria di Carl Gerges; l’utilizzo di sintetizzatori e i riferimenti a elementi mitologici, specialmente nel quarto album Ibn El Leil del 2015, rendono la band immediatamente riconoscibile e le permettono di distaccarsi dagli altri artisti appartenenti alla scena musicale libanese e in lingua araba.

Dopo quattro album registrati in studio, la band ha rilasciato nel 2019 un album contenente brani appartenente agli album precedenti e un singolo, Cavalry, del quale esiste una versione in arabo e una seconda in inglese.

I Mashrou’ Leila hanno ottenuto grande successo a livello mondiale, e vantano una lunga serie di concerti in Europa e in diversi Paesi arabi dal 2009 al 2019.


20 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti