• Luigi Toninelli

Bosta – Philippe Aractingi: un film libanese al 100%


Fonte immagine: MUBI.com


Nel 1989 il regista Philippe Aractingi scrive un film che però vedrà la luce solamente nel 2005, quel film è Bosta (بوسطة Autobus in arabo), si tratta di un musical che racconta la storia di alcuni giovani e amici d’infanzia che dopo anni si ritrovano a viaggiare per il Libano a bordo di un vecchio autobus nel tentativo di donare una seconda giovinezza alla danza Dabka, una danza folkloristica levantina ballata in linea e in cerchio (in coda un link per capire meglio di cosa si tratti) che i ragazzi praticavano durante la loro infanzia. Le lotte per il riconoscimento del proprio sogno di ballerino da parte di Omar, l’omosessualità di Khalil e i rimpianti di un amore reso impossibile dalla guerra come quello tra Vola e Toufic, danno allo spettatore libanese molto su cui riflettere. Sono ottime anche le musiche composte da Simon Emmerson e Martin Russell degli Afro Celt Sound System che donano alle classiche composizioni arabe una vena elettronica che ben si sposa con l’obiettivo e la personalità dei ragazzi. Il film spezza la classica rappresentazione della guerra nel cinema libanese e dopo West Beirut, vero capostipite della rinascita del cinema libanese, contribuisce fortemente alla nascita di un cinema più maturo e libero di esprimersi. Nel film è presente nel suo primo ruolo da attrice principale una futura grande stella del cinema libanese: Nadine Labaki che coi suoi film, diretti e recitati, riuscirà più di tutti a oltrepassare i confini nazionali e a imporsi internazionalmente come la più famosa regista araba.

Fonte immagine: Fantascope


Il lungometraggio è classificato e promosso come un film al 100% libanese e in effetti le maestranze, i collaboratori e i fondi, seppur quest’ultimi siano in parte francesi, provengono in gran parte dal Paese dei Cedri. Il film ebbe un enorme successo di pubblico e di critica in patria e anche all'estero: nel solo Libano staccò infatti 140.000 biglietti riuscendo a dare grande visibilità a un’industria in crescita. Fu anche il candidato libanese ai 79esimi Academy Awards senza però entrare in cinquina. Al momento è difficile dare indicazioni sul dove trovarlo, si può trovare in arabo ma senza sottotitoli su YouTube ed è presente su Netflix in molti paesi europei e negli Stati Uniti. Purtroppo in Italia non è ancora disponibile su alcun servizio streaming, ma confidiamo che Netflix aggiorni presto il suo catalogo e superi i problemi riguardo i diritti di distribuzione. Danza Dabka: https://youtu.be/9axQZmDfHHw


Luigi Toninelli


0 commenti

Post recenti

Mostra tutti